Home / Esteri / Trump all’Onu aggressivo tra globalismo, Iran e pericolo impeachment.

Trump all’Onu aggressivo tra globalismo, Iran e pericolo impeachment.

Il presidente Donald Trump si è presentato davanti ai leader mondiali dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite martedì e ha respinto il “globalismo” e le politiche di immigrazione liberale esortando il mondo ad agire contro la “sete di sangue” dell’Iran.

Nel suo discorso, Trump ha preso di mira Cina, Venezuela e quella che ha definito una “industria in crescita” di attivisti radicali intenti a spingere verso frontiere aperte che danneggiano la sicurezza e la sovranità nazionali.

Mentre parlava all’Assemblea Generale, Trump si era imposto all’Organizzazione mondiale del commercio per aver dato alla Cina un trattamento preferenziale che riteneva immeritato. Ha attaccato il socialismo per aver rovinato il Venezuela, ma ha riservato gran parte della sua ira all’Iran, che ha definito “una delle maggiori minacce” per il pianeta.

“Non solo l’Iran è il più grande sponsor statale mondiale del terrorismo, ma i leader iraniani stanno alimentando le tragiche guerre sia in Siria che in Yemen”, ha detto Trump ai leader mondiali. “Tutte le nazioni hanno il dovere di agire. Nessun governo responsabile dovrebbe finanziare la sete di sangue dell’Iran “.

Di ritorno a Washington, la discussione sull’impeachment è cresciuta tra i democratici del Congresso al punto che la portavoce Nancy Pelosi annunciò che la Camera sarebbe andata avanti con un’indagine formale. L’accusa a seguito della rivelazione che Trump ha ordinato al suo staff di congelare quasi 400 milioni di dollari in aiuti in Ucraina pochi giorni prima di una telefonata in cui ha fatto pressioni sul leader della nazione dell’Europa orientale per indagare su figlio dell’ex vice presidente Biden.

La rigida politica iraniana dell’amministrazione Trump ha ricevuto sostegno da Gran Bretagna, Francia e Germania, che hanno incolpato l’Iran per un attacco alle strutture petrolifere saudite all’inizio di questo mese. La nuova posizione europea si pone in uno scenario in continua evoluzione dal quale al momento è fuori l’Italia, priva al momento di assumere una posizione significativa nel quadro delle questioni internazionali.

Determinato sulla linea politica Trump secondo il quale: “Il futuro non appartiene ai globalisti. Il futuro appartiene ai patrioti. Il futuro appartiene a nazioni forti e indipendenti ”, ha detto Trump a una folla mormorante all’Assemblea Generale. “Il globalismo ha esercitato una spinta religiosa sui leader del passato, inducendoli a ignorare i propri interessi nazionali. Quei giorni sono finiti. ”

Il discorso di Trump è stato accolto con tiepidi applausi dai leader mondiali.

Pur denunciando l’aggressione dell’Iran, Trump non ha accusato esplicitamente Teheran dei recenti attacchi contro le strutture petrolifere in Arabia Saudita. L’Iran ha negato di aver orchestrato l’attacco, che il segretario di Stato Mike Pompeo ha ritenuto “un atto di guerra”.

Gran Bretagna, Francia e Germania si sono uniti agli Stati Uniti lunedì incolpando l’Iran per gli attacchi. Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif, da parte sua, ha sottolineato le rivendicazioni di responsabilità da parte dei ribelli yemeniti e ha insistito: “Se l’Iran fosse dietro questo attacco, non sarebbe rimasto nulla di questa raffineria”.

Trump ha esortato Teheran a seguire l’esempio del Kim Jong Un della Corea del Nord, anche se l’autocrate continua a stringere forte le sue armi nucleari.

Ha anche consegnato un avvertimento bellicoso al Venezuela. Ha denunciato il governo di Nicolás Maduro e ha dichiarato di attendere il giorno “quando il Venezuela sarà libero e quando la libertà prevarrà in questo emisfero”. Ha definito il socialismo “il demolitore delle nazioni” e “il distruttore delle società”.

Scritto da Redazione

Ti potrebbe interessare

“Nuova via della seta”. Di cosa parliamo?

di Redazione Il prossimo 22 marzo arriverà in Italia il leader cinese Xi Jinping. La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *