Home / Economia / Coronavirus, la Fed taglia i tassi e incrementa Qe per 700 miliardi. Ora Bce e Ue si sveglino.

Coronavirus, la Fed taglia i tassi e incrementa Qe per 700 miliardi. Ora Bce e Ue si sveglino.

La Federal Reserve interviene sui mercati in pochi giorni per rispondere all’emergenza del Coronavirus con un taglio netto dei tassi e acquisti di titoli per pompare liquidità nel sistema finanziario ed economico. Una forte e duplice azione:  da un parte il taglio dei tassi nella fascia 0-0,25%, dall’altra un intervento netto di acquisto di titoli attraverso un massiccio programma di Quantitative Easing da 700 miliardi di dollari, al fine di sostenere l’economia e proteggerla dall’impatto della pandemia.

La Fed, si legge nel comunicato, è pronta a usare il potenziale completo dei suoi strumenti per sostenere il flusso di credito per le famiglie e le imprese e per rafforzare i suoi obiettivi sull’occupazione e la stabilità dei prezzi.

Un approccio, quello della Fed, decisamente diverso e più incisivo rispetto a quello della Bce, dopo le disastrose dichiarazioni della Lagarde che hanno determinato un crollo di tutti i listini europei (Milano ha perso il 17%) e il pallido tentativo di incremento del Qe per 120 miliardi di euro.

Dopo la mossa della Fed è chiaro che non possono esserci da parte europea più indugi sulla sospensione sine die del patto di stabilità e di un profondo e radicale intervento della Bce al fine di scongiurare una pesante e imminente recensione economica legata alla pandemia.

 

Scritto da Redazione

Ti potrebbe interessare

Caso Assange, le accuse smontate dagli esperti

Il fondatore di Wikileaks necessita d’una linea difensiva più aggressiva. di Stefano Zecchinelli La persecuzione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *