Home / Politica / Obama: spese militari europee ed F35

Obama: spese militari europee ed F35

Il presidente statunitense Barack Obama nella sua recente visita in Italia ha fortemente richiamato sia l’Europa sia il nostro paese ad investire di più nella difesa, sostenendo in particolare il progetto F35 e mettendo in evidenza l’impegno sostenuto dagli USA in questo settore. 

Appare opportuno evidenziare che l’Unione Europea in realtà sostiene una spesa non trascurabile: infatti l’UE ha speso ben 285 miliardi di dollari per la difesa nel solo 2012 (il doppio della Cina e il triplo della Russia), per sostenere forze armate ammontanti a ben 1.500.000 di uomini.  
Anche il richiamo al progetto del cacciabombardiere da attacco F35 dalle caratteristiche stealth (invisibile ai radar) e con duplice capacità convenzionale/nucleare, prodotto dalla statunitense Lockheed Martin, appare trascurare il fatto che l’opzione per tale velivolo, oltre che assai costosa e discussa anche sul piano tecnico, rappresenta anche un drastico indebolimento dell’industria italiana e europea della difesa, produttrice dell’Eurofighter. 

Pertanto la sfida da sostenere è quella relativa ad una nuova spinta propulsiva verso un’effettiva unità europea, che metta in grado l’UE di operare sulla scena geopolitica mondiale. E’ pertanto necessario ed improrogabile non un aumento della spesa per la difesa (a danno dello stato sociale), ma una coraggiosa razionalizzazione della spesa ed una riorganizzazione delle forze armate europee in modo radicale, in modo che l’UE (e non più i singoli stati) sia in grado di utilizzare i mezzi finanziari, umani e tecnici di cui già oggi dispone.

di Maurizio Simoncelli – Archivio Disarmo

Scritto da Redazione

Ti potrebbe interessare

Governo, dall’uscita dall’euro alla continuità col Pd

di RP Mentre la campagna (o il diversivo) contro i migranti miete successi a destra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *