Home / Mondo / La strategia politica di USA, Russia ed Iran dopo l’accordo sull’arsenale chimico di Assad

La strategia politica di USA, Russia ed Iran dopo l’accordo sull’arsenale chimico di Assad

La crisi siriana è attualmente al centro del dibattito politico negli Stati Uniti d’America.
Ad una conferenza stampa tenutasi al Carnegie Endowment for International Peace a Washington lo scorso 18 settembre, un gruppo di esperti e diplomatici hanno discusso la crisi e le sue implicazioni per la politica del Medio Oriente e per la strategia politica Usa nella regione.
Tra i partecipanti vi erano l’Ambasciatore Nasser AlKidwa (delegato della Lega Araba alle Nazioni Unite a Ginevra), Karim Sadjadpour (uno dei più esperti analisti sulla scena per quanto riguarda l’Iran ed il programma nucleare iraniano), Paul Salem (inviato speciale del Carnegie Endowment a Beirut) ed infine Andrew Weiss (analista del Carnegie Endowment ed esperto in materia di politica estera Russa). Inoltre, erano presenti esponenti della stampa americana ed ufficiali del Dipartimento della Difesa Usa.
La discussione si è concentrata sulle implicazioni del recente accordo diplomatico tra Mosca e Washington che ha momentaneamente evitato l’opzione militare incoraggiando invece il presidente siriano al-Assad a rinunciare al suo arsenale chimico e a sottoporlo ad un controllo internazionale sotto l’autorità dell’ONU.(…)

Clicca qui per leggere il paper completo

di Redazione

Scritto da Redazione

Ti potrebbe interessare

Summit Usa-Nord Corea: come rendere proficuo il negoziato?

di Daniel Wertz* La campagna di “massima pressione” dell’amministrazione Trump ha portato ad una drammatica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *