Home / Economia (page 3)

Economia

Decreti Jobs Act, l’inganno è servito

Nelle ore successive all’approvazione da parte del Consiglio dei ministri dei due decreti attuativi del Jobs Act inerenti la nuova disciplina dei contratti di lavoro ed il regime di tutela dei lavoratori nei casi di licenziamento, sia individuale che collettivo, l’attenzione dei media si è concentrata molto sul presunto braccio di ferro tra …

Leggi di più »

Mario Draghi e il Quantitative Easing all’americana

  Pare che all’ultimo meeting della Bce Mario Draghi, forte anche del sostegno della Merkel, abbia ancora una volta avuto la meglio sui “falchi” facenti capo al famigerato presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, ormai sempre più isolati. “Pare” perché il condizionale è d’obbligo quando si parla dell’istituto capitanato da Mario …

Leggi di più »

Per una occupazione «sociale» delle fabbriche

  Occupare le fabbriche, come prospettato giorni fa dal segretario nazionale della FIOM? La manifestazione del 25 ottobre potrebbe essere un punto di partenza. Sarebbe, da un lato, una risposta forte a una politica che non contempla alcuna soluzione credibile per sostenere sia l’occupazione generale che quella delle aziende in …

Leggi di più »

Perché il Sud sta soffocando? Il caso dell’ICT

La lettura che Riccardo Realfonzo fa dell’ultimo rapporto Istat coglie nel segno: il mezzogiorno sta soffocando sotto il peso della sua “più profonda contraddizione”: il dualismo nord-sud[1]. In un precedente intervento in questa rivista (“Questione meridionale,, reti clientelari e sviluppo economico”), segnalavo che, nonostante il dualismo venga usualmente utilizzato come sinonimo …

Leggi di più »

I conti non tornano e l’Europa bussa. Che fare?

Dopo l’Istat, Bankitalia, la Confindustria ed il Fondo Monetario Internazionale ci si mette anche la Confcommercio: l’agognata ripresa non ci sarà nemmeno quest’annoed il Pil registrerà, se tutto andrà bene, una crescita di un misero 0,3% (c’è però chi parla di una forbice tra -0,4% e +0,3%), più o meno la stessa percentuale …

Leggi di più »

Il debito pubblico dell’eurozona (e soprattutto dell’Italia) va ristrutturato. Ecco perché

Oggi in Europa, in ambito mainstream, esistono fondamentalmente due approcci al problema del debito pubblico, perlomeno in Europa: quello rigorista e quello pseudo-keynesiano (vedremo poi perché “pseudo”). Il primo – che dal 2010 in poi ha monopolizzato il discorso pubblico europeo e fornito il necessario sostegno teorico, ideologico e mediatico al …

Leggi di più »

Senza crescita piovono tasse per gli italiani

Con la diffusione dei conti trimestrali delle amministrazioni pubbliche si inizia a delineare il quadro di finanza pubblica per il 2014. Nel primo trimestre (tavola 1) il saldo primario è risultato negativo per 8,1 miliardi di euro, l’indebitamento netto[1] è stato di 25 miliardi di euro, i flussi finanziari[2] sono stati negativi per 25,9 …

Leggi di più »

Renzi, Draghi e l’Italia che affonda

Spentisi gli effetti euforici della droga mediatica propinata a piene mani nel corso della campagna elettorale da poco conclusasi, le criticità della situazione economica italiana stanno venendo vigorosamente a galla, in tutta la loro drammaticità. Gli ultimi giorni sono stati caratterizzati da una girandola di notizie sull’evoluzione del quadro macroeconomico …

Leggi di più »

Sul Fiscal Compact decidano i cittadini

Gli ultimi dati forniti dall’Istat sull’economia italiana non possono farci dormire sonni tranquilli. Sia quelli sulla crescita che quelli sull’occupazione fotografano la situazione di un paese sull’orlo del precipizio, fermo nella sua incapacità di reagire al ciclo negativo apertosi ormai più di un lustro fa. Nel frattempo Renzi, dopo aver …

Leggi di più »