Home / Economia (page 3)

Economia

Ci vuole una seconda riforma agraria

  Un fatto è certo : la nostra zootecnia, la pastorizia e gran parte delle grandi aziende agricole non esisterebbero senza la mano d’opera  offerta a basso costo dagli immigrati.  Se sono clandestini o irregolari è ancora meglio, perché possono lavorare senza limiti orari e essere sottopagati  a 20 euro …

Leggi di più »

Quantitative easing, salvagente per banche

Passata la prima ondata di euforia (compresa quella dei mercati) per l’annuncio di Mario Draghi sul Quantitative easing (QE), è tempo di ragionarci un po’ su con più attenzione, andando, come si suole dire, in profondità. Il rischio, altrimenti, potrebbe essere quello di prendere fischi per fiaschi, pensando, ad esempio, …

Leggi di più »

Decreti Jobs Act, l’inganno è servito

Nelle ore successive all’approvazione da parte del Consiglio dei ministri dei due decreti attuativi del Jobs Act inerenti la nuova disciplina dei contratti di lavoro ed il regime di tutela dei lavoratori nei casi di licenziamento, sia individuale che collettivo, l’attenzione dei media si è concentrata molto sul presunto braccio di ferro tra …

Leggi di più »

Mario Draghi e il Quantitative Easing all’americana

  Pare che all’ultimo meeting della Bce Mario Draghi, forte anche del sostegno della Merkel, abbia ancora una volta avuto la meglio sui “falchi” facenti capo al famigerato presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, ormai sempre più isolati. “Pare” perché il condizionale è d’obbligo quando si parla dell’istituto capitanato da Mario …

Leggi di più »

Per una occupazione «sociale» delle fabbriche

  Occupare le fabbriche, come prospettato giorni fa dal segretario nazionale della FIOM? La manifestazione del 25 ottobre potrebbe essere un punto di partenza. Sarebbe, da un lato, una risposta forte a una politica che non contempla alcuna soluzione credibile per sostenere sia l’occupazione generale che quella delle aziende in …

Leggi di più »

Perché il Sud sta soffocando? Il caso dell’ICT

La lettura che Riccardo Realfonzo fa dell’ultimo rapporto Istat coglie nel segno: il mezzogiorno sta soffocando sotto il peso della sua “più profonda contraddizione”: il dualismo nord-sud[1]. In un precedente intervento in questa rivista (“Questione meridionale,, reti clientelari e sviluppo economico”), segnalavo che, nonostante il dualismo venga usualmente utilizzato come sinonimo …

Leggi di più »

I conti non tornano e l’Europa bussa. Che fare?

Dopo l’Istat, Bankitalia, la Confindustria ed il Fondo Monetario Internazionale ci si mette anche la Confcommercio: l’agognata ripresa non ci sarà nemmeno quest’annoed il Pil registrerà, se tutto andrà bene, una crescita di un misero 0,3% (c’è però chi parla di una forbice tra -0,4% e +0,3%), più o meno la stessa percentuale …

Leggi di più »