Home / Cultura / Letteratura

Letteratura

L’Ultimo degli Ultrà (racconto breve)

I lunedì erano sempre penosi per Romolo. Che la “Magica” avesse vinto o perso, al rientro in fabbrica, doveva subire i commenti dei colleghi per i segni che immancabilmente portava sul volto: lividi, ferite e fasciature; Romolo era un Ultrà! Puntualmente onorava la sua fede calcistica partecipando almeno a una …

Leggi di più »

Shoah, racconto breve

Da dieci giorni i due ragazzi, fratello e sorella, erano nascosti nell’angusto sottotetto della loro casa. Il quartiere, nel frattempo, era stato sfollato e i soldati avevano perquisito casa per casa, deportando tutti, uomini, donne e bambini. I loro genitori avevano appena fatto in tempo a nasconderli nel sottotetto con …

Leggi di più »

Filosofia di un Pusher

Ciro era uno spacciatore di seconda generazione; il padre Gennaro, prima di lui, aveva esercitato la professione per anni, prima di finire ammazzato in una banale rapina in un supermercato. Il figlio Ciro, più prudente, si dedicava esclusivamente allo spaccio. Aveva iniziato dopo la morte del padre, a soli quindici …

Leggi di più »

Puttane

Interno giorno, la cucina di una casa nella prima periferia di Milano. Una mamma e la sua bimba di undici anni, sedute al tavolo della cucina, intingono Macine del Mulino Bianco nel caffellatte. I raggi del sole mattutino, caldi e dorati, entrando dalla finestra, illuminano la scena e scaldano la …

Leggi di più »

Libertà, una storia sul massacro di Bronte 2/2

(Prima parte)… La folla, il mostro orribile che è diventata la massa, rivela gli istinti animaleschi del popolino. «Prima volevano le carni della baronessa, le carni fatte di pernici e di vin buono»: non occorre scomodare Freud per renderci conto di che cosa significhi questo passaggio. Si può avanzare un’ipotesi, …

Leggi di più »

Libertà, una storia sul massacro di Bronte 1/2

A inizio giugno del 1860, il 2, Garibaldi promulgò un decreto per la redistribuzione della terra. La catena di insurrezioni popolari che ne seguì portò a una delle pagine più tristi e controverse della storia italiana: nell’agosto di quell’anno l’unificazione si macchiava di una sorta di peccato originale, forse uno dei tanti, procedendo …

Leggi di più »

Perché la Letteratura deve ripartire dai Cultural Studies

«L’ingegnere che stava lì era il più vecchio dell’accademia; aveva la faccia e la barba giallastre, le mani e le vesti pieni di sudiciume. Quando gli venni presentato mi abbracciò con effusione, ma non gli fui punto grato di codesta cortesia. Costui, fino dal primo giorno del suo ingresso nell’accademia, indagava …

Leggi di più »