Stampa

Un coordinamento dei forum per la cittadinanza mediterranea

Scritto da Redazione on . Postato in Italia

 

Riceviamo e pubblichiamo:

Mercoledì 4 Maggio u.s., presso la sede del Consiglio Italiano del Movimento Europeo in Roma è nato, dall’incontro tra il Forum Italo-tunisino per la cittadinanza mediterranea, il Cime (Consiglio Italiano del Movimento Europeo), la Sem (Sinistra EuroMediterranea), Il Forum nuovi cittadini di “FACCIAMORETE” (Ass. Casa Lazzara, Dialogo Onlus, Palma del Sud), un Coordinamento Operativo con il nome di : “COORDINAMENTO DEI FORUM PER LA CITTADINANZA MEDITERRANEA”. Obiettivo del Coordinamento è quello di lavorare alla costruzione, in un’Europa rinnovata nel suo assetto istituzionale, di una “Comunità e di una mesoregione mediterranea”. Ciò, anche al fine di dire NO ai muri, alle frontiere ed al razzismo, SI all’Europa dei diritti.

In quest’ottica, il coordinamento appena costituito invita a partecipare a tutte le iniziative di Maggio e Giugno su questi temi:

Domenica 8 Maggio

"Festa dell'Europa" (diretta televisiva RAI 3 ore 10.00-11.00). In occasione di una grande iniziativa della Camera dei Deputati, marcia federalista europea, promossa dal CIME, con lo spirito di iniziare a rendere più concreta un’azione popolare per opporsi alla disgregazione dell'Unione europea. Il corteo partirà da piazza Monte Citorio alle ore 11.15 circa per percorrere poi il centro della città e terminare in Piazza del Campidoglio (dopo circa un’ora). Saranno presenti diverse personalità politiche nazionali ed europee.

 

Domenica 15 Maggio

Manifestazione di chiusura del SABIR FESTIVAL di Pozzallo (POZZALLO, 15 maggio 2016, ore 11.00 — "NO AI MURI, SI ALL’ACCOGLIENZA”). Marcia contro i muri interni ed esterni all’UE, per la chiusura di tutti gli hotspot, per la cancellazione dell’accordo UE Turchia, per un’accoglienza dignitosa.Per salvare l’Europa e il Mediterraneo con i diritti, la democrazia, la pace, la dignità e la solidarietà. Muri, barricate, polizia di frontiera, eserciti schierati e navi da guerra, accordi con governi antidemocratici. Tutto ciò per impedire ai migranti di arrivare alle nostre frontiere. Ai profughi e ai richiedenti asilo di mettersi in salvo. Una scelta scellerata che sta producendo più ingiustizia, più morte, più razzismo. Una scelta che sta distruggendo la stessa unità e la democrazia europea, rischia di condannare tutti gli europei a vivere in un continente oscuro e nega ogni possibilità di sviluppo equo alla regione mediterranea.”

 

Domenica 22 Maggio

Manifestazione di VENTOTENE, promossa dal CIME, ”NO ALLE FRONTIERE, NO AL RAZZISMO, SI ALL'EUROPA DEI DIRITTI, SI AGLI STATI UNITI D’EUROPA”. A trent’anni dalla scomparsa di Altiero Spinelli un’iniziativa per promuovere un’azione popolare per combattere il processo di disgregazione nell’Unione e dell’Unione europea. L’azione popolare è urgente per ripristinare la coesione interna all’Unione europea, creare nei paesi membri le condizioni necessarie al rilancio del progetto di unificazione europea su basi democratiche e costruire un’opinione pubblica europea.

Ogni giorno di più la realtà mostra, drammaticamente, che non ci può essere alternativa all’unità politica dell’Europa nella prospettiva di un sistema costituzionale secondo il modello federale del Manifesto di Ventotene concepito da Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni, Ursula Hirschmann e Ada Montanari mentre quasi tutta l'Europa era sotto il tallone del nazismo e del fascismo che avevano teorizzato e poi applicato la divisione del mondo in razze superiori e inferiori.

 

Sabato 18 giugno

Festival Internazionale del Couscous di Aprilia e Meeting internazionale della Solidarietà fra i popoli presso la Casa dell’Integrazione, della Partecipazione e dei Diritti sociali a cura di Palma del Sud del Forum Nuovi Cittadini (GRUPPO ITALO-TUNISINO/SENEGALESE/ MAROCCHINO). 

 “IL COUSCOUS: PIATTO DELLA PACE E DEL DIALOGO TRA I POPOLI DEL MEDITERRANEO”. Nessun altro piatto come il cous cous si lega alla storia e alle tradizioni conviviali delle popolazioni del nostro Mediterraneo, dal Sud Italia fino al Maghreb. Una festa di sapori e civiltà che celebra il cous cous come piatto della pace…Premiazione del “Sindaco che vorremmo … !!!” 

EDIZIONE 2016 : Omaggio alla Tunisia, Premio Nobel della Pace

Condividi

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Youtube
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter