Il sito

ScenariGlobali.it è un progetto di approfondimento e di inchiesta sui principali temi dell’attualità politica, dell’economia e della cultura, curato dall’associazione Scenari Globali, che è responsabile della gestione di questo sito.

Particolare attenzione è rivolta al tema della difficile transizione politica italiana ed europea, ai limiti dell’attuale modello di costruzione dell’Europa unita, alla crisi di sistema che investe le nostre economie e le nostre società, con riverbero sulla stabilità e la credibilità delle istituzioni pubbliche e degli assetti democratici, sia in ambito nazionale che internazionale e comunitario, alle problematiche ambientali.

Una sezione del giornale raccoglie nondimeno contenuti relativi a specifiche realtà locali, storie e narrazioni che meritano di travalicare i confini del locus, assumendo valore e rilievo, anche di tipo simbolico, in uno scenario decisamente più ampio, globale (Glocalization).

Ampio spazio è dedicato anche alle tecnologie avanzate (high tech) ed ai temi culturali, dall’arte alla letteratura, dal cinema al teatro, la musica, l’archeologia, fino alle questioni afferenti la sfera del paesaggio nella sua formidabile complessità.

La missione

Informare e fornire chiavi di lettura sui temi maggiormente rilevanti nell’attuale scenario politico,economico e culturale italiano ed Europeo, con l’occhio sempre vigile su quanto si muove ed avviene su scala mondiale, tentando perfino di connettere, sul piano culturale, la dimensione locale a quella globale. Questa la principale missione del giornale.

Gli strumenti

Tali obiettivi giornalistici sono perseguiti attraverso un uso intelligente e pieno delle nuove tecnologie digitali, cogliendo tutte le opportunità offerte dalla rete, dando la parola ai protagonisti attraverso interviste e forum, promuovendo una vera e propria comunità di portatori di idee e di contributi critici, intesa come spazio ottimale per lo scambio di informazioni e punti di vista sui temi del nostro tempo.

Youtube
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter